Baionetta Vetterli 1870/87/16

Categoria
Date
Aprile 23, 2024
CARATTERISTICHE TECNICHE

Baionetta Vetterli 1870/87/16
Nazionalità:
Italia

La baionetta fu introdotta come parte dell’evoluzione del fucile Vetterli.
Nel 1887, il capitano Giuseppe Vitali apportò una modifica al Vetterli Mod. 1870, trasformandolo in una variante con un caricatore fisso da sei colpi.
Questa nuova versione, denominata Vetterli-Vitali Mod. 1870/87, includeva anche una baionetta.
La baionetta era fissata alla canna del fucile e poteva essere rapidamente montata o smontata.

Era uno strumento versatile, quando non in uso, poteva essere riposta sul lato del fucile.
Tuttavia, quando il combattimento ravvicinato richiedeva una spinta decisiva, i soldati potevano afferrare la baionetta e trasformare il loro fucile in un’arma da mischia.
Durante la Prima guerra mondiale e altri conflitti in cui il Vetterli-Vitali fu impiegato, la baionetta giocò un ruolo cruciale.
I soldati italiani la utilizzavano per difendersi dagli attacchi nemici e per lanciare assalti frontali.
La sua presenza sul campo di battaglia simboleggiava la determinazione e la forza delle truppe italiane.

la baionetta del Vetterli-Vitali Mod. 1870/87/16 era un componente essenziale di questa arma, contribuendo alla sua versatilità e alla capacità di adattarsi alle diverse situazioni di combattimento.

Info & Contatti

E-mail: info@museodellearmi.com

P.M.A.L. - Polo di Mantenimento delle Armi Leggere

Viale Benedetto Brin, 149 - 05100 Terni.

La Raccolta Tecnica del Polo di Mantenimento delle Armi Leggere di Terni (P.M.A.L.) è visitabile previa prenotazione, l’ultimo sabato di ogni mese dalle ore 9.00 alle ore 12.00.